PMI Dome

iPhone con batteria trasparente? Stanford dice si!

mer 27 luglio 2011 • Categoria: Innovazione

"Voglio parlare con Steve Jobs, perchè voglio un iPhone completamente trasparente, compresa la batteria". Queste le parole di un giovane ricercatore della Stanford University durante la presentazione della prima batteria al mondo completamente trasparente.

In realtà, il desiderio di possedere un melafonino trasparente non è stato il vero propulsore della ricerca, che ha scopi scientifici ben diversi, come permettere altre tipologie di studi approfonditi sul funzionamento della batterie.

Comunque sia, il giovane Yuan Yang e il professor Yi Cui, ingegnere dei materiali e della scienza fotonica presso lo SLAC National Accelerator Laboratory, sono riusciti a creare una batteria per dispositivi elettronici completamente invisibile, adatta, ad esempio, ad essere usata con i recenti display trapsarenti, presentati anch'essi di recente.

iPhone con batteria trasparente? Stanford dice si!

L'idea di creare una batteria con questa caratteristica non è stata di facile realizzazione. I due hanno però trovato un escamotage davvero interessante. In pratica hanno applicato il principio per cui l'occhio umano ha un potere di risoluzione massimo compreso fra i 50 e i 100 micron. Al di sotto di queste dimensioni, l'apparto visivo dell'uomo non è in grado di percepire, per cui tutto ciò che è più piccolo del range sopra definito sembra essere trasparente.


>>Continua a leggere "iPhone con batteria trasparente? Stanford dice si!"

Vote for articles fresher than 21 days!
L'attuale gradimento: none, 0 vote(s) 22183 hits

Una batteria sottile e flessibile quanto un foglio di carta…

mer 22 settembre 2010 • Categoria: Innovazione


Uno dei limiti alla portabilità ed alla miniaturizzazione di molti dispositivi è da ricercare, ovviamente, nella tecnologia attuale con la quale sono costruite le batterie, principali fonti di alimentazione per smartphone, netbook e multimedia device portatili.

Purtroppo, la necessità di dover garantire ai gadget elettronici un certo numero di ore di autonomia in mobilità, quindi lontano dagli impianti di corrente elettrica, fa si che gli attuali gruppi elettrici debbano contenere un certo numero di celle, che limitano la possibilità di ridurre oltre una certa misura le dimensioni ed il design delle batterie.

L’industria preme dunque perché si possa riuscire ad ottenere batterie sempre più leggere e sottili, che garantiscano comunque una lunga durata e nello stesso senso si muove anche il settore della ricerca.

Molto presto, la situazione odierna potrebbe cambiare radicalmente, grazie anche ad una scoperta condotta da un gruppo di ricercatori della Stanford University.

Infatti, i tre scienziati Liangbing Hu, Hui Wu ed Yi Cui, insieme ai loro collaboratori sono riusciti a produrre una batteria sottile e flessibile, utilizzando un tradizionale foglio di carta.

Batteria foglio carta - Stanford University

Volete scoprire come? Fate jump, superate il salto e continuate a leggere…


>>Continua a leggere "Una batteria sottile e flessibile quanto un foglio di carta…"

Vote for articles fresher than 21 days!
L'attuale gradimento: 3.56 of 5, 9 vote(s) 3249 hits
Copyright © 2011 Master New Media S.r.l. a socio unico - P.I. 02947530784. GRUPPO EDIZIONI MASTER S.p.A. Tutti i diritti sono riservati.
Per la pubblicità: Master Advertising S.r.L. Per contattare la redazione: redazione@i-dome.com.