PMI Dome

Internet superveloce, con il grafene

ven 02 settembre 2011 • Categoria: Innovazione

Internet superveloce, con il grafeneAddio alla Silicon Valley e da oggi in poi chiamatela Grafene Valley.

Il grafene, la molecola formata da atomi di carbonio impacchettati in modo esagonale, potrebbe infatti ben presto sostituire il silicio nei componenti elettronici degli attuali dispositivi. E potrebbe anche garantire una rete per il collegameno ad Internet a velocità 10 volte superiori a quelle raggiungibili con le strutture attuali.

Il merito di questi passi in avanti sull'impiego del grafene in ambito elettronico è da attribuirsi ad un team di ricercatori dall'università di Manchester e dell' università di Cambridge. che include i premi Nobel che hanno scoperto il grafene, Andre Geim e Kostya Novoselov (Manchester) e l'italiano Andrea Ferrari (Cambridge). 
I ricercatori sono infatti riusciti a superare uno degli ostacoli che fino ad ora limitava l'uso del grafene nella componentistica. In pratica, per natura, il grafene da solo risulta poco efficiente dal punto di vista elettrico perchè assorbe poca luce, circa il 3%, mentre il restante 97% passa attraverso la struttura senza contribuire all'attivazione degli elettroni.

Il team di cui sopra, ha pensato bene di combinare il grafene con particolari nanostrutture metalliche, che riescono a raccogliere e concentrare una quantità di luce pari a 20 volte quella precedente, convertendola così in energia elettrica.

Queste strutture plasmoniche sono disposte superiormente al grfene e migliorano l'efficienza della molecola risolvendo quindi il problema. Probabilmente, se disposte con differenti geometrie, le stesse nanostrutture potrebbero divenire dei filitri per la lunghezza d'onda e la polarizzazione selettiva della luce.

Tale scoperta potrebbe portare a velocità di comunicazione di decine o addirittura centinaia di volte più rapide rispetto a oggi e Andrea Ferrari ha affermato: "Questo risultato dimostra che il grande potenziale del grafene nel campo della fotonica e optoelettronica, può essere sfruttato appieno in una varietà di dispositivi utili, come le celle solari e fotorivelatori"


>>Continua a leggere "Internet superveloce, con il grafene"

Vote for articles fresher than 21 days!
L'attuale gradimento: none, 0 vote(s) 13128 hits
Copyright © 2011 Master New Media S.r.l. a socio unico - P.I. 02947530784. GRUPPO EDIZIONI MASTER S.p.A. Tutti i diritti sono riservati.
Per la pubblicità: Master Advertising S.r.L. Per contattare la redazione: redazione@i-dome.com.