PMI Dome

Find My Phone: clone free per Android/Blackberry

lun 29 novembre 2010 • Categoria: Tools


Find My Phone: clone freeware per Android/BlackberryCon il rilascio della versione 4.2 di iOS per i dispositivi Apple, Cupertino ha reso gratuito il servizio Find my Phone, che permette a chiunque perda il proprio iPhone, iPod od iPad di localizzare immediatamente il dispositivo, eventualmente cancellandone da remoto il contenuto, prima che questo possa finire nelle mani di qualche malintenzionato.

Questo servizio è effettivamente molto comodo, soprattutto per chi usa questi dispositivi per motivi business e magari memorizza nei device tutta una serie di informazioni che vanno ben al di là del solo numero di telefono dei propri clienti.

Di fronte ad un’app così evoluta ed utile, gli utenti Android e Blackberry potrebbero rimanere un po’ sconsolati, anche se c’è già chi ha trovato una soluzione.

Si tratta del servizio iTag.com, che solo per la giornata di oggi offre un regalo a tutti coloro che si registrano.

Per capire in cosa consista il regalo e come funzioni iTag.com, superate al volo il salto e scoprirete tutti i dettagli e potrete visionare un video esplicativo del servizio.


>>Continua a leggere "Find My Phone: clone free per Android/Blackberry"

Vote for articles fresher than 21 days!
L'attuale gradimento: 3.24 of 5, 29 vote(s) 6995 hits

iPhone: anche per l’Audi c’è un app!

gio 04 novembre 2010 • Categoria: iPhone - iPad


L’iPhone mania non poteva certo risparmiare uno dei marchi di automobili più conosciuti ed ambiti al mondo: stiamo parlando di Audi, che proprio nei giorni scorsi ha rilasciato una press release nella quale annunciava la disponibilità di iPhone CarMonitor, un’apposita app per iPhone che è in grado di comunicare con qualsiasi modello Audi.

iPhone: anche per l’Audi c’è un app!

Ovviamente, il gruppo d’auto tedesco ha pensato di cavalcare l’onda del successo dell’iPhone, per rifornire i propri clienti di un’applicazione, che in realtà può essere davvero utile. Inoltre, la scelta dell’iPhone non è casuale: Audi è un auto aziendale e comunque un veicolo per clienti altospendenti, che potrebbero anche disporre di un iPhone, un cellulare che, nonostante tutto, potrebbe essere definito di fascia alta. Insomma fra clienti Audi ed iPhone potrebbe esserci coincidenza: con questo non si vuole assolutamente pensare, ovviamente, che chi possieda un Audi debba possedere per forza un iPhone o viceversa.

L’app sviluppata per il dispositivo di Cupertino permette davvero di avere informazioni molto interessanti sulla propria automobile e sul suo stato di funzionamento.

Volete sapere quale funzionalità garantisce l’Audi app? Bene, superate il salto e continuate la lettura…


>>Continua a leggere "iPhone: anche per l’Audi c’è un app!"

Vote for articles fresher than 21 days!
L'attuale gradimento: 3.28 of 5, 18 vote(s) 10926 hits

Un tablet italiano? Si, è Ergo!

gio 21 ottobre 2010 • Categoria: EeePC - UMPC


Iniziata da poche ore, la manifestazione SMAU 2010 già comincia a sfornare le prime novità e giungendo allo stand dell’italianissima Ergo, si può scorgere il prototipo di un tablet orgogliosamente italiano.

Il tablet Ergo, controllato dal sistema operativo Windows 7, è in realtà il re-branding del concept Pegatron mostrato al CES 2010 da Microsoft ed è lo stesso che all’estero viene commercializzato con nomi differenti, come WePad ed altri.

Un tablet italiano? Si, è Ergo!

In Italia, però, Ergo, grazie all’intervento di un gruppo di giovani che hanno fornito feedback costanti sul prodotto, ha pensato bene di personalizzare la piattaforma presentata al CES, ottenendo così un tablet dalle caratteristiche tecniche davvero esplosive.

Per scoprire e vedere un video di presentazione di Ergo in italiano, superate il salto con un clic.



>>Continua a leggere "Un tablet italiano? Si, è Ergo!"

Vote for articles fresher than 21 days!
L'attuale gradimento: 3.09 of 5, 11 vote(s) 4088 hits

Da Cooler Master una batteria extra per i gadget elettronici

mer 20 ottobre 2010 • Categoria: Elettronica di consumo


Anche se Cooler Master è sicuramente nota ai più per i suoi ottimi cabinet per pc, in realtà sembra volontà dell’azienda specializzarsi e rivendere la propria esperienza decennale anche nell’ambito degli accessori per il mondo dell’informatica e dell’elettronica.

Infatti, proprio in queste ore giunge notizia che l’azienda ha presentato un battery pack esterno, che funge da alimentatore in mobilità per tutti i gadget elettronici che possono essere ricaricati via USB.

Il prodotto, presentato con il nome commerciale Choiix Power Fort 5.5 Whr, ha dimensioni molto simili a quelle di un iPhone e la sottilissima batteria integrata da 5.5Whr garantisce tempi di autonomia elettrica da record, che variano in base al gadget collegato, che sia smartphone, PDA, dispositivo GPS, iPhone, iPad, lettori MP4/MP3 od altro.

Choiix Power Fort 5.5 Whr

Alcuni esempi? Subito dopo il salto…



>>Continua a leggere "Da Cooler Master una batteria extra per i gadget elettronici"

Vote for articles fresher than 21 days!
L'attuale gradimento: 3.29 of 5, 7 vote(s) 2511 hits

Un taxi stile SuperCar: si muove senza autista e vi raggiunge ovunque siate!

gio 14 ottobre 2010 • Categoria: Innovazione


Immaginate di essere a Berlino, di aver concluso un importante appuntamento e di uscire dal fabbricato dove vi trovate, per chiamare un taxi e farvi accompagnare all’aeroporto.

Oggi, appena fuori dallo stabile, estrarreste il cellulare dal taschino e contattereste il servizio taxi locale.

Domani, invece, potreste utilizzare un iPad od un qualsiasi tablet, cliccare sul touchscreen per avviare un’applicazione e comunicare con un taxi stile SuperCar, che giungerebbe fino a voi, senza che al suo interno ci sia un autista a guidarlo.

Un taxi stile SuperCar: si muove senza autista e vi raggiunge ovunque siate!

Incredibile? No, è un’invenzione dell’AutoNOMOS Labs presso la tedesca Freie Universitat.

Curiosi? Bene, allora non perdetevi il video subito dopo il salto...


>>Continua a leggere "Un taxi stile SuperCar: si muove senza autista e vi raggiunge ovunque siate!"

Vote for articles fresher than 21 days!
L'attuale gradimento: 3 of 5, 8 vote(s) 5313 hits

Un altro tablet cinese, questa volta prodotto da ZTE

mar 12 ottobre 2010 • Categoria: iPhone - iPad


Continuano a venir fuori come i funghi: sono i cloni dell’iPad, che hanno invaso i mercati tecnologici mondiali, trovando ognuno il proprio spazio, all’interno di un business, che appare vitale e redditizio.

Questa volta, però, il tablet in questione, pur essendo di manifattura cinese, viene prodotto da un’azienda comunque nota anche in Italia: stiamo parlando della ZTE, giunta nel Belpaese grazie ad accordi commerciali con l’operatore telefonico H3G, che qualche tempo fa aveva inserito a listino alcuni apparati di quello che in Cina è il secondo produttore più importante nell’ambito delle telecomunicazioni.

ZTE Light, Android Tablet

La ZTE ha dunque inserito nel proprio portfolio prodotti, il tablet Light, di cui non è stato svelato il prezzo, ma di cui l’azienda ha fatto sapere di avere già ricevuto parecchi ordini da differenti carrier esteri, senza citarne i nomi.

Per sapere quali caratteristiche contraddistinguono il nuovo tablet ZTE Light, continuate a leggere subito dopo il salto…



>>Continua a leggere "Un altro tablet cinese, questa volta prodotto da ZTE"

Vote for articles fresher than 21 days!
L'attuale gradimento: 3.25 of 5, 8 vote(s) 2917 hits

Controllare il GPS, senza toccarlo…

gio 07 ottobre 2010 • Categoria: Innovazione


Già nei giorni scorsi è stato presentata una delle moltissime novità proposte al CEATEC 2010, descrivendo dei sistemi RFID per valvole.

Oggi, la redazione ha deciso di mostrare un’innovazione dedicata ai sistemi GPS per l’automotive, che l’azienda Teac ha mostrato poche ore fa in una delle tante sezioni di tecnologia di cui è composto lo stand del produttore.

Il sistema presentato, di cui non si conosce il nome, permetterebbe di utilizzare un navigatore GPS, senza la necessità di toccarne lo schermo con le dita.

Teac, GPS senza touchscreen

Questo permetterebbe all’autista di non distrarsi per vedere dove poggia le dita sullo schermo e gli consentirebbe di non dover assumere posizioni troppo scomode durante la guida, per raggiungere il touchscreen del dispositivo, posizionato magari lontano dal posto guidatore.

Il navigatore sarà infatti in grado di leggere i gesti delle dita e della mano. Come? Per scoprirlo e vederlo in azione in un video, superate il salto e continuate a leggere…



>>Continua a leggere "Controllare il GPS, senza toccarlo…"

Vote for articles fresher than 21 days!
L'attuale gradimento: 3.12 of 5, 8 vote(s) 1803 hits

SMAVNET: robot volanti come provider GSM e Wi-Fi

ven 01 ottobre 2010 • Categoria: Innovazione


Nelle aree disastrate, colpite da cataclismi naturali, uno dei problemi principali per i soccorritori è la mancanza di sistemi di comunicazioni, a causa dei malfunzionamenti che colpiscono le linee terrestri ed i ripetitori di segnali aerei. In queste condizioni, diviene più complicata ogni operazione di intervento, rallentata ovviamente dalla difficoltà di approntare ponti radio d’emergenza per garantire comunque un minimo di comunicabilità.

Per ovviare a questa situazione, il Laboratorio di Sistemi Intelligenti dell’EPFL svizzero ha sviluppato SMAVNET (acronimo di Swarming Micro Air Vehicle Network): si tratta di un gruppo di dieci robot volanti che muovendosi secondo le logiche degli algoritmi costruiti secondo la teoria dello sciame intelligente (noti anche come algoritmi di swarm) sono in grado di creare nell’area che sorvolano delle reti di comunicazioni d’emergenza, offendo così una copertura temporanea per i segnali GSM e Wi-Fi.

Smavnet

In questo modo, sulla zona nella quale i robot vengono fatti volare si creano delle network ad hoc, che permettono ai soccorritori di utilizzare i loro telefoni, i computer e qualsiasi altro dispositivo che possa essere utile alle operazioni di pronto intervento.

Gli algoritmi ed i sensori con i quali costruiti permettono agli SMAVNET di distribuirsi in cielo, favorendo l’emersione di un comportamento di gruppo, rispetto al comportamento del singolo robot, che anzi viene influenzato dal movimento degli altri robot.

I robot sono leggeri, poco costosi e possono essere dotati di moduli radio che garantiscano una copertura a medio ed a lungo raggio.

Anche l’uso e l’interazione con l’uomo sono stati progettati per essere il più semplice possibile, alla portata anche di personale non tecnico e non esperto. Infatti, per utilizzarli è sufficiente librarli nell’aria, come si farebbe con un aeroplanino di carta.

Per vedere un video che ritrae gli SMAVNET in azione e scoprire le caratteristiche tecniche di questi robot volanti, superate il salto, con un semplice clic…


>>Continua a leggere "SMAVNET: robot volanti come provider GSM e Wi-Fi"

Vote for articles fresher than 21 days!
L'attuale gradimento: 3 of 5, 15 vote(s) 2144 hits

L’evoluzione dei sistemi GPS: interfaccia aptica sui volanti delle automobili

lun 27 settembre 2010 • Categoria: Innovazione


Interfaccia aptica sul volante per dispositivi di navigazione GPS in automobileGuidare mentre si parla al cellulare è assolutamente pericoloso. Allo stesso modo, guidare mentre si parla al cellulare e si cerca di seguire un’indicazione stradale proposta da un sistema di navigazione GPS è oltremodo difficoltoso e mette a serio rischio la vita propria e quella altrui.

Infatti, le distrazioni visive o uditive sono una delle cause comuni di incidenti sulle strade ed è dimostrato che è complicato per il nostro cervello elaborare informazioni che arrivano contemporaneamente mediante uno stesso canale ricettivo, come la vista e l’udito. In questo senso, guardare con attenzione la strada e guardare le indicazioni stradali sullo schermo dei navigatori oppure ascoltarne le istruzioni, mentre si chiacchera con un passeggero od al telefonino, pone il nostro cervello in una situazione di incredibile stress, che rischia di mandare in corto l’encefalo, inducendoci a sbagliare strada o a non essere di riflessi pronti in caso di pericolo.

Per ovviare a questa situazione, si potrebbe ricorrere ad un sistema differente per passare le informazioni di percorso ai guidatori, in quanto le modalità di apportare informazioni al cervello sono sostanzialmente cinque, tramite vista, udito, gusto, olfatto e tatto. Tralasciando i primi due sensi per quanto fin qui analizzato e non potendo sfruttare il gusto e l’olfatto per ovvie ragioni, è ancora possibile ricorrere al tatto.

A questo hanno pensato un gruppo di ricercatori dell’università dello Utah, che, capitanti dall’ingegnere meccanico William Provancher, hanno inventato e testato un’interfaccia aptica per i volanti delle automobili, attraverso la quale fornire con sensazioni tattili le informazioni di guida suggerite da un PND (Personal Navigation Device).

Per avere più informazioni sul futuro aptico dei navigatori GPS, superate il salto con un clic...


>>Continua a leggere "L’evoluzione dei sistemi GPS: interfaccia aptica sui volanti delle automobili"

Vote for articles fresher than 21 days!
L'attuale gradimento: 2.88 of 5, 8 vote(s) 2339 hits
Copyright © 2011 Master New Media S.r.l. a socio unico - P.I. 02947530784. GRUPPO EDIZIONI MASTER S.p.A. Tutti i diritti sono riservati.
Per la pubblicità: Master Advertising S.r.L. Per contattare la redazione: redazione@i-dome.com.