PMI Dome

Telecom Italia: router eco-compatibile

mer 04 maggio 2011 • Categoria: Ambiente&Tecnologia

Sempre più aziende decidono di sostenere una linea produttiva ecofriendly, per aiutare l'ambiente e risparmiare sui costi di produzione. Così, dopo i funghi per le scatole dei computer Dell, anche la nostrana Telecom Italia presenta un prodotto assolutamente pensato per ridurre l'impatto ambientale, sia durante il ciclo produttivo, sia durante l'uso.

Telecom Italia: router eco-compatibile

Si tratta della nuova linea di prodotti designati dall'epiteto Green e di cui il router 802.11N è forse l'esponente di spicco.

Infatti, questo router non solo è pensato per non impattare sull'ambiente, ma garantisce notevole risparmio elettrico alle PMI che decidono di adottarlo. Il suo costo è inoltre abbastanza irrisorio.

Per saperne di più su questo router verde ed ad alto risparmio energetico, superate al volo il salto e buona lettura...


>>Continua a leggere "Telecom Italia: router eco-compatibile"

Vote for articles fresher than 21 days!
L'attuale gradimento: none, 0 vote(s) 12253 hits

Fotovoltaico e virus: accoppiata vincente

gio 28 aprile 2011 • Categoria: Ambiente&Tecnologia

Chi l'ha detto che i virus producono solo danni ecologici od umani? In realtà, esiste un particolare tipo di virus geneticamente modificato e noto come M13 capace di dare un incredibile aiuto all'evoluzione tecnologica, soprattutto in ambito energetico.

Il dubbio che i ricercatori del MIT hanno provato a dissolvere è: può un virus aumentare l'efficienza degli attuali pannelli fotovoltaici?

Fotovoltaico e virus: accoppiata vincente

Bene, un progetto di ricerca finanziato da ENI ha finalmente dato una risposta definitiva all'annosa questione, ma per saperne di più, occorre superare il salto e continuare la lettura...


>>Continua a leggere "Fotovoltaico e virus: accoppiata vincente"

Vote for articles fresher than 21 days!
L'attuale gradimento: none, 0 vote(s) 4965 hits

Made in Italy: quando l'etichetta diventa un SMS

mer 27 aprile 2011 • Categoria: Ambiente&Tecnologia

Made in Italy: quando l'etichetta diventa un SMSQuando acquistate una bottigli di olio extra-vergine d'oliva, vi siete mai chiesti da dove provengano le olive da cui è ottenuta la spremitura?

Per legge, le etichette delle bottiglie d'olio dovrebbero riportare esattamente la località da cui giungono le olive, ma attualmente "secondo un'indagine effettuata dalla Coldiretti a livello nazionale, la provenienza delle olive impiegate è praticamente illeggibile in quattro bottiglie di olio extravergine su cinque in vendita in Italia, nonostante sia obbligatorio indicarla per legge in etichetta".

Questo è quanto afferma l'Aprol Marche, ossia l'Associazione dei produttori olivicoli, che insieme ad Unaprol ed altre aziende marchigiane produttrici di olio hanno ingegnato un nuovo modo per informare il consumatore.

Quale? Un semplice SMS, ma per ulteriori dettagli superate al volo il salto...


>>Continua a leggere "Made in Italy: quando l'etichetta diventa un SMS"

Vote for articles fresher than 21 days!
L'attuale gradimento: none, 0 vote(s) 4596 hits

Renault Twizy, una nuova forma di mobilità urbana

gio 14 aprile 2011 • Categoria: Ambiente&Tecnologia

Guardate bene questa immagine.

Renault Twizy, una nuova forma di mobilità urbana

Il veicolo ritratto non è un nuovo concept di casa Renault, disegnato in computer grafica, ma è un mezzo di locomozione urbana già in produzione e pronto a sbarcare in Italia per l'inizio del 2012.


Si chiama Twizy, ed è un automobile totalmente elettrica a metà fra uno scooter ed un autoveicolo tradizionale.

Tutti gli ulteriori dettagli subito dopo il salto, insieme ad un video che mostra Twizy in azione...


>>Continua a leggere "Renault Twizy, una nuova forma di mobilità urbana"

Vote for articles fresher than 21 days!
L'attuale gradimento: none, 0 vote(s) 4976 hits

I server Dell amano i funghi

ven 08 aprile 2011 • Categoria: Ambiente&Tecnologia

Quando si parla di economia verde, a volte non viene in mente che la sostenibilità potrebbe partire proprio dalle minuzie. Dell sembra invece attenta all'ambiente ed all'eco-sostenibilità e per queste ragioni ha deciso di sostituire le tradizionali schiume e plastiche usate per proteggere i desktop ed i server negli imballaggi di trasporto, con materiali composti da funghi coltivati appositamente.

I server Dell amano i funghi

Ebbene si: i funghi permetteranno di attutire i colpi che le scatole dei computer Dell subiranno durante il trasporto. Per scoprire di quali tipologie di funghi si tratta e come vengono usati, superate il salto e buona lettura...


>>Continua a leggere "I server Dell amano i funghi"

Vote for articles fresher than 21 days!
L'attuale gradimento: none, 0 vote(s) 5103 hits

Una moto a combustibile alternativo

ven 21 gennaio 2011 • Categoria: Ambiente&Tecnologia


Guardate questa immagine che arriva direttamente dal Giappone.

Una moto a combustibile alternativo

La moto che vedete in primo piano è alquanto particolare in quanto non è alimentata con benzina, diesel, gpl o con l'uso dell'elettricità, ma con un altro carburante assolutamente impensabile.

Quale? Pensate alla cottura della pasta e scoprite la risposta subito dopo il salto...


>>Continua a leggere "Una moto a combustibile alternativo"

Vote for articles fresher than 21 days!
L'attuale gradimento: 3.07 of 5, 28 vote(s) 4430 hits

Smog, addio! Ecco i lampioni verdi

lun 17 gennaio 2011 • Categoria: Ambiente&Tecnologia


Uno dei problemi che assilla gli abitanti delle grandi città è sicuramente la qualità dell'aria e lo smog generato dalle emissioni nocive dovute ai riscaldamenti di abitazioni ed uffici, all'uso delle automobili ed in generale alle attività industriali ed umane.

La preoccupazione per un'aria sempre più insalubre per noi e per tutte le generazioni future, obbliga l'industria e le forze politiche a ricercare soluzioni tecnologiche e legiferative, che puntino al miglioramento delle condizioni della vita cittadina.

Smog, addio! Ecco i lampioni verdi

Figlia di questo status quo, sembra sia l'idea di un designer ungherese, Peter Horvath, che ha ideato la Biolamp, un lampione innovativo, in grado di convertire l'anidride carbionica catturata dall'aria in biomassa, sfruttabile come fonte di energia per il sistema di illuminazione cittadino e come materiale da rifornimento per le stazioni di servizio dedicate alle automobili ecologiche.

Come? Tutte le spiegazioni subito dopo il salto...


>>Continua a leggere "Smog, addio! Ecco i lampioni verdi"

Vote for articles fresher than 21 days!
L'attuale gradimento: 2.93 of 5, 15 vote(s) 5155 hits

Batterie: ecco le ricaricabili ad idrogeno

mer 12 gennaio 2011 • Categoria: Ambiente&Tecnologia


All'origine era il mercurio, poi il nichel-cadmio ed il litio.

Ed ora? Ora è la volta dell'idrogeno!

Batterie: ecco le ricaricabili ad idrogeno

L'azienda statunitense Horizon Fuel Cell Technologies ha presentato ufficialmente al CES 2011 un accessorio di cui in realtà si era già sentito parlare quest'estate: Horizon HydroFill è il primo caricatore di batterie ad idrogeno, che può trovare comodamente posto su una qualsiasi scrivania, date le piccole dimensioni.

Questo charger differisce dagli altri attualmente presenti in commercio, in quanto è in grado di caricare delle speciali batterie ad idrogeno, costruite dalla stessa azienda.

In questo modo è possibile portare sempre con sé una fonte di energia davvero pulita, anche se il processo di ricarica richiede comunque l'uso della corrente elettrica.

Se pensate dunque all'ambiente oppure ad un possibile risparmio, frenate gli animi gaudenti: in realtà si tratta di un generatore davvero cool, ma per ora poco efficiente.

Perché? Superate al volo il salto e lo scoprirete... 


>>Continua a leggere "Batterie: ecco le ricaricabili ad idrogeno"

Vote for articles fresher than 21 days!
L'attuale gradimento: 3.08 of 5, 25 vote(s) 6058 hits

Trasporti: ecco come ci muoveremo nel 2040

mar 04 gennaio 2011 • Categoria: Ambiente&Tecnologia


Secondo alcune stime, entro il 2040 circa i due terzi della popolazione mondiale abiterà nelle città o nelle aree immediatamente limitrofe.

Questo dato è alquanto sconcertante, soprattutto se si pensa che con un numero così elevato di persone concentrate in un agglomerato urbano, tutti i servizi peggioreranno in modo preoccupante, aumentando notevolmente i problemi legati alla vivibilità delle città stesse.

Se si pensa ad alcune città del Nord Italia, si comprende immediatamente quello che si vuole affermare: ad esempio in Milano ed hinterland diventa praticamente impossibile guidare negli orari di punta mattutini e serali. Le tangenziali diventano in alcune occasioni peggio della Salerno-Reggio Calabria d'estate ed il traffico sembra non aver limite. Milano non è però l'unico esempio, ma esistono molti altri centri urbani come Roma e Napoli che sicuramente non sono da meno.

Pensare che queste città diventeranno ancora più grandi e ospiteranno ancora altre persone con esigenze di mobilità, fa capire come spsotarsi da un punto A ad un punto B di diversi quartieri possa diventare davvero difficoltoso e problematico, a meno che nel 2040 non vi sarà a disposizione il teletrasporto.

Trasporti: ecco come ci muoveremo nel 2040

Al di là del teletrasporto, in realtà sarebbe necessaria una ri-organizzazione delle città ed una milgiore pianificazione urbana.

A tal proposito, il gruppo Forum for the Future ha collaborato con aziende come Vodafone e GM per considerare ciò che il futuro potrebbe implicare per il trasporto e la vita urbana. Da questa collaborazione sono nati quattro video-concept per esplorare i possibili scenari di mobilità urbana nel 2040.

Potrete visionare i video subito dopo il salto...


>>Continua a leggere "Trasporti: ecco come ci muoveremo nel 2040"

Vote for articles fresher than 21 days!
L'attuale gradimento: 2.93 of 5, 29 vote(s) 3420 hits
Copyright © 2011 Master New Media S.r.l. a socio unico - P.I. 02947530784. GRUPPO EDIZIONI MASTER S.p.A. Tutti i diritti sono riservati.
Per la pubblicità: Master Advertising S.r.L. Per contattare la redazione: redazione@i-dome.com.