PMI Dome

Sportelli bancomat al servizio degli analfabeti

mar 12 luglio 2011 • Categoria: Innovazione


Gli sportelli bancari automatici, dai quali è possibile prelevare denaro contante, sono di una comodità estrema. In qualsiasi orario del giorno ve ne sia necessità, questi sono sempre attivi, raramente hanno coda ed obbligano l'utenza ad attendere e permettono di svolgere differenti operazioni. Alcuni ATM consentono anche di effettuare versamenti di denaro contante o di assegni direttamente sul proprio conto, in modo totalmente automatizzato.

Il loro uso è intuitivo, grazie ad una serie di istruzioni riportate su un monitor integrato, che conducono l'utente passo dopo passo verso il termine della transazione.

Questo comodità è reale per tutti coloro che sanno leggere, ma cosa accade se ad uno sportello bancomat arriva un'analfabeta? Come può interagire con il dispositivo e premere i numeri corretti per inserire il PIN della propria carta?

Questo problema, che sembra lontano anni luce dalla nostra realtà quotidiana, è in verità una delle maggiori difficoltà che hanno fino ad ora limitato la diffusione degli ATM nelle zone rurali di alcuni paesi in via di sviluppo, come la Cina e l'India.

E' per questo che l'azienda NCR Corp. ha costruito un nuovo tipo di ATM totalmente rivoluzionario. Nessuno schermo, che è stato completamente sostituito da un sensore biometrico di impronte e da tanti pulsanti colorati, che identificano in modo univoco una certa quantità nominale di denaro prelevabile.

Sportelli bancomat al servizio degli analfabeti

Nelle sole zone urbane della penisola indiana, il numero degli ATM installati sono cresciuti del 29% in un anno (dal Gennaio 2010 al Gennaio 2011), giungendo a quota 69.324.

Ora, NCR Corp. punta a creare una rete di sportelli anche al di fuori delle città. La sfida è di trovare un sistema che permetta a tutti di interfacciarsi con gli ATM, dato l'alto tasso di analfabetismo.



Sportelli bancomat al servizio degli analfabetiCon questi nuovi ATM, qualsiasi utente, anche quelli privi di alfabetizzazione, non devono fare altro che appoggiare il dito sullo scanner biometrico, che sfrutterà l'impronta dell'utente come PIN per accedere al conto associato alla carta inserita.

Una volta avuta l'autorizzazione, l'utente può prelevare la cifra richiesta. Al termine della transazione, infine, viene rilasciata una ricevuta, come accade tutt'ora.

Ci sarebbe da domandarsi a cosa possa servire uno scontrino stampato ad un'analfabeta, ma nelle differenti analisi condotte, i ricercatori della NCR hanno verificato che nessun utente considera conclusa una transazione senza una qualche ricevuta, al dià poi che la si possa effettivamente leggere.

Per quanto l'idea possa sembrare buona, il gruppo ha avuto non pochi problemi, in quanto la lettura delle impronte è stata considerata una mossa capace di ledere la privacy di una persona. 

Nonostante tutto, però, NCR potrà sperimentare questi nuovi ATM negli Stati Uniti, per poi installarli nei paesi come la Cina e l'India.

Se il sistema dovesse funzionare, NCR sarà in grado di modificare letteralmente la modalità di fruizione del denaro in tutte questi vasti paesi in via di sviluppo.

Vote for articles fresher than 21 days!
L'attuale gradimento: none, 0 vote(s) 14949 hits

0 Trackbacks

  1. Nessun Trackbacks

0 Commenti

Mostra commenti (Cronologicamente | Per argomento)
  1. Nessun commento

Aggiungi Commento


Enclosing asterisks marks text as bold (*word*), underscore are made via _word_.
Standard emoticons like :-) and ;-) are converted to images.
E-Mail addresses will not be displayed and will only be used for E-Mail notifications.

To prevent automated Bots from commentspamming, please enter the string you see in the image below in the appropriate input box. Your comment will only be submitted if the strings match. Please ensure that your browser supports and accepts cookies, or your comment cannot be verified correctly.
CAPTCHA


Copyright © 2011 Master New Media S.r.l. a socio unico - P.I. 02947530784. GRUPPO EDIZIONI MASTER S.p.A. Tutti i diritti sono riservati.
Per la pubblicità: Master Advertising S.r.L. Per contattare la redazione: redazione@i-dome.com.