PMI Dome

3D: una rivoluzione che ritorna…

ven 05 novembre 2010 • Categoria: Curiosità


Oggi rischieremo di essere monotematici, ma dopo aver presentato il mouse 3D per lavorare al meglio sui software di modellazione e di grafica, ci è apparso ancora più lampante quanto il fenomeno delle tre dimensioni stia spopolando in questo periodo in ogni dove della scienza e delle tecnologia.

Prodotti cinematografici, fotocamere, videocamere, proiettori, televisori e monitor con occhialini inclusi stanno facendo la parte da leone in questo fine 2010, molto spesso imbambolando le persone che guardano a quanto hanno sotto gli occhi e credono che veramente il futuro è adesso e la tecnologia ha fatto passo da gigante.

Sicuramente il progresso tecnologico ci permette di godere di nuovi ed avanzati dispositivi ogni giorno, ma siamo proprio sicuri che il 3D sia un’invenzione dei giorni nostri? Siamo sicuri che nessuno abbia mai giocato prima con le immagini tridimensionali?

Giusto per ricordare da dove arriviamo, guardate questa foto qui sotto.

3D: una rivoluzione che ritorna… - Stereoscopio

Questo trabiccolo proviene dal 1907: siete curiosi di sapere a cosa serviva allora? 3D vi dice nulla? Superate il salto e lo scoprirete…



Quello che vedete in foto è uno stereoscopio, insomma l’antenato degli occhialini che oggi usiamo davanti ai nostri bei televisori 3D.

Lo stereoscopio della foto è datato 1907 ed è un prodotto della linea Holmes Stereo Viewer, da Oliver Wendell Holmes, che fu il primo che iniziò a commercializzarli nel 1881.

La tecnologia alla base del funzionamento era assolutamente semplice: infatti, come la maggior parte delle tecniche 3D, l’effetto ottico è creato ponendo fianco a fianco davanti gli occhi dello spettatore due immagini identiche, acquisite da angolazioni leggermente differenti e spostate di poco.

3D: una rivoluzione che ritorna… - Stereoscopio

Ogni fotografia inclusa con il dispositivo giunto dal 1907 è leggermente curvata in avanti, non per colpa del tempo che è trascorso, ma per adattarsi ad una struttura di sostegno curvata posta davanti allo stereoscopio, che, ovviamente, contribuisce, grazie alla curvatura, a rendere ancora migliore l’effetto 3D.

3D: una rivoluzione che ritorna… - Stereoscopio

Ciò che colpisce è che le cronache dell’epoca riportavano questa invenzione assolutamente straordinaria e la pubblicizzavano in modo anche pedante, un po’ come accade anche oggi ai giorni nostri.

Forse, dunque, sarebbe il caso di dire che il 3D è una rivoluzione che ritorna in modo ciclico nella storia dell’umanità, ogni volta adattata ovviamente ai suoi tempi.

Buon week-end da ICTBlog.it.


Vote for articles fresher than 21 days!
L'attuale gradimento: 3.94 of 5, 33 vote(s) 6101 hits

0 Trackbacks

  1. Nessun Trackbacks

1 Commenti

Mostra commenti (Cronologicamente | Per argomento)
  1. Sbaglio o il soggetto delle foto sono delle tombe ? Scatti premonitori sulla diffusione di tali sistemi ? :-)

Aggiungi Commento


Enclosing asterisks marks text as bold (*word*), underscore are made via _word_.
Standard emoticons like :-) and ;-) are converted to images.
E-Mail addresses will not be displayed and will only be used for E-Mail notifications.

To prevent automated Bots from commentspamming, please enter the string you see in the image below in the appropriate input box. Your comment will only be submitted if the strings match. Please ensure that your browser supports and accepts cookies, or your comment cannot be verified correctly.
CAPTCHA


Copyright © 2011 Master New Media S.r.l. a socio unico - P.I. 02947530784. GRUPPO EDIZIONI MASTER S.p.A. Tutti i diritti sono riservati.
Per la pubblicità: Master Advertising S.r.L. Per contattare la redazione: redazione@i-dome.com.